Disturbi del sonno - Insonnia

Ne abbiamo parlato con il dott. Paolo Landi, psicologo e psicoterapeuta.

L’insonnia è un problema molto diffuso che può avere, a lungo andare, un impatto molto negativo nella vita di un individuo. Chi ne soffre può fare particolare fatica ad addormentarsi oppure riesce ad addormentarsi facilmente ma si risveglia durante la notte non riuscendo a riprendere sonno. Altre volte ancora il problema è costituito da risvegli al mattino troppo presto.

In un caso o nell’altro, quello che accade è che la persona comincia a sviluppare sempre maggiore preoccupazione rispetto al fatto di non riuscire più a dormire e alle conseguenze nella vita di tutti i giorni che il cattivo riposo può comportare.

E’ un esperienza comune far fatica a prendere sonno o risvegliarsi durante la notte se stiamo attraversando un periodo di stress, se siamo in ansia per un problema di salute nostro o di un familiare oppure se abbiamo perso di recente qualcuno. 

Solitamente però il sonno torna alla normalità, una volta superate le difficoltà che ci troviamo ad affrontare. In alcuni casi invece il sonno continua ad essere disturbato anche successivamente diventando un problema a sé.

Nel primo caso si parla d’insonnia acuta o situazionale nel secondo d’insonnia cronica. 

L’insonnia può avere molte cause. Può dipendere da fattori organici, ad esempio, problemi alla tiroide o di dolore cronico, oppure da un altro disturbo del sonno come le apnee notturne. In altri casi può dipendere da uno stato depressivo o ansioso più generalizzato. Altre volte ancora può essere dovuto ad una cattiva igiene del sonno, abitudini sbagliate e convinzioni errate sul sonno stesso.

Quando ci troviamo di fronte ad un’insonnia acuta il trattamento più efficace risulta un breve periodo (massimo un mese) di terapia farmacologica insieme a colloqui psicologici di sostegno mirati ad aiutare la persona a superare le difficoltà presenti al momento nella sua vita.

Quando il problema di sonno è più cronicizzato allora la cura più efficace si è dimostrata la Psicoterapia cognitivo-comportamentale.

Il trattamento ha solitamente una durata di 6-10 settimane con sedute settimanali singole o di gruppo di circa 1 ora.

Gli obiettivi principali degli incontri sono:

  • fornire informazioni sull’insonnia e sulle basilari norme di igiene del sonno legate allo stile di vita;
  • regolarizzare il ritmo sonno-veglia attraverso tecniche comportamentali specifiche;
  • insegnare procedure di rilassamento;
  • insegnare tecniche di distrazione e di controllo dei pensieri notturni;
  • modificare idee errate e atteggiamenti dannosi nei confronti dell’insonnia con l’utilizzo di specifiche tecniche cognitive;
  • fornire indicazioni preziose per prevenire le ricadute.

CONTATTI

Strada Genghe di Atto,101
47892 Acquaviva RSM
 
Strada Rovereta, 6
47891 Falciano RSM

Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Compila il modulo qui sotto e saremo lieti di risponderti entro 24 ore.

[contact-form-7 404 "Non trovato"]